Vigneto Pusterla vince il PREMIO “LA FABBRICA NEL PAESAGGIO”

Si è conclusa oggi l’ottava edizione del Concorso nazionale ed internazionale “La Fabbrica nel Paesaggio”, indetto dalla Federazione Italiana Club e Centri UNESCO (FICLU) in collaborazione con il Club per l’UNESCO di Foligno e Valle del Clitunno. Assurto ad evento di primaria importanza nel calendario annuale federativo, è rivolto ad operatori “che hanno attivato iniziative e progetti dimostrando una particolare sensibilità nei confronti del Paesaggio”, articolandosi in due distinte sezioni: la prima riservata a imprenditori privati che hanno realizzato o ristrutturato la sede della propria attività; la seconda riservata ad amministrazioni e istituzioni che hanno promosso e attuato iniziative di utilità pubblica e sociale nel campo della pianificazione e gestione del territorio nel rispetto del Paesaggio.

 

Il Premio 2017 si è svolto sotto l’alto patrocinio della Commissione Italiana per l’UNESCO, dell’ICCROM, dell’ICOMOS, del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo (MiBACT), della Regione Umbria e del Comune di Foligno. Ha esercitato il ruolo di coordinatore nazionale Gabriella Righi, presidente del Club per l’UNESCO di Foligno e Valle del Clitunno, nella sua veste di ideatrice del Concorso; la “macchina organizzativa” messa a punto dal Club per l’UNESCO folignate ne ha curato l’organizzazione e la gestione.

L’edizione che si è appena conclusa ha confermato la grande rilevanza assunta dal Premio: 23 i club e i centri per l’UNESCO partecipanti, altrettante le “fabbriche” candidate, 13 le regioni rappresentate (Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Piemonte, Puglia, Toscana, Sardegna, Sicilia e Umbria); in aggiunta, una candidatura internazionale dalla Slovenia. Le proposte, oltre a distinguersi per importanza e bellezza, sono state apportatrici di nuove idee proponendo inusuali quanto interessanti tematiche di paesaggio culturale.

La cerimonia conclusiva, che ha avuto come prestigiosa cornice lo storico Palazzo Trinci, si è tenuta al cospetto di un folto pubblico costituito, oltre che degli imprenditori e dei rappresentanti delle amministrazioni pubbliche e degli enti iscritti al Concorso, da esponenti delle istituzioni patrocinanti, dai membri dei direttivi e dai soci dei Club per l’UNESCO accorsi per l’occasione a Foligno da tutta Italia dove il primo premio è stato vinto dal VIGNETO PUSTERLA, con la seguente motivazione: “Per un’operazione di autentico ‘restauro’ del paesaggio, attuato recuperando, in ambiente urbano, circa 4 ettari di terreno ai piedi del Castello e riproponendo l’antica funzione produttiva. Inoltre per la cura nel riutilizzare le esistenti viti ultracentenarie e piante da frutto ‘antiche’. Il Vigneto Pusterla si pone come un perfetto esempio d’interpretazione dei criteri posti alla base del concorso, dove il pregevole risultato storico, estetico e paesaggistico si lega a solide ragioni di uso produttivo del territorio garantendo così la durata nel tempo degli ottimi risultati ottenuti.”

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

 

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.